Imprese italiane, tra le nuove ditte individuali il 10% è under 24

L’impresa italiana è giovane, anzi giovanissima. Sono infatti ben 53 mila le piccole imprese (ditte individuali) italiane che hanno un titolare con meno di 24 anni, in un caso su tre donna e per la maggior parte dei casi geograficamente concentrate nelle province di Napoli, Roma, Milano e Torino. E le buone notizie, che confermano la dinamicità della giovane imprenditoria, non sono finite. Solo oltre 5 mila le nuove attività, in diversi settori merceologici, nate nel 2016 contro le 1.860 cessate sempre nello stesso anno. Un contributo importante arriva dai giovanissimi alle nuove imprese individuali dell’anno: sono oltre un decimo sul totale di 47 mila nuove iscrizioni complessive nel Paese.

Insomma, gli imprenditori under 24 non hanno paura, sebbene siano ancora una minoranza nel variegato panorama delle ditte individuali nazionali: 53 mila su 3 milioni circa.In particolare, questo boom di giovane imprenditorialità è particolarmente vivace in alcuni centri italiani, specie nel Nord e Centro Italia. Le migliori performance si registrano a Bolzano (389 imprese, +19%), Trento (564, +15%), Monza (647, +13%). Tra i grandi centri urbani crescono Roma (2987, +7%), Milano (2177, +0,1%). Altro dato da non sottovalutare è l’impatto sull’occupazione: le imprese create da ragazzi danno lavoro, complessivamente e su scala nazionale, a 62 mila persone. Nel panorama degli imprenditori al di sotto dei 24 anni di età spiccano in particolar modo le donne, che rappresentano circa un terzo del totale (16 mila titolari sono ragazze) mentre gli stranieri sono quasi 11 mila, il 20%.

La fotografia di un’Italia giovane, attiva e coraggiosa – lontanissima dal cliché dei bamboccioni e dei ragazzi incollati a mamma e papa – è il frutto di un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati del registro imprese relativi ai titolari di impresa individuale a fine anno 2016. A livello territoriale, tra le province il primato spetta a Napoli con 3.749 ditte individuali e 422 nuove imprese. Seguono Roma (2.987 e 345), Milano (2.177 e 260), Torino (2.173 e 215), Bari (1.393 e 137), Salerno (1.367 e 200), Palermo (1.344 e 119). Particolarmente attivo lo scenario lombardo. Dopo Milano, spiccano Brescia con 1.053 imprese individuali di under 24 e 94 iscrizioni, poi Bergamo con 874 e 61 iscrizioni,  Monza e Varese con 647 e rispettivamente 67 e 48 iscrizioni, poi Pavia e Como con oltre 400. Le province in cui le giovani imprenditrici sono più presenti sono Brescia e Mantova, dove superano il 30%, mentre gli stranieri sono soprattutto concentrati a Milano con il 35% di queste attività.

Fonte dati: Camera di Commercio di Milano

It's only fair to share...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn